Brewing

Fermento vulcanico

Posted by Alex Garraffa / No comments

gennaio 5, 2018

Posted in Birrifici, Brewing


 

una sorpresa inaspettata

C’è una nuova Beer Firm in Sicilia, si chiama Mongibello, cosi come gli antichi chiamavano l’Etna, un nome che insiste sulle fiere origini siciliane, catanesi in particolare. Fin qui niente di nuovo. Di nuovi birrifici e beer firm ne nascono tanti, è la moda del momento, ognuno fa la sua birra, poche però riescono a lasciare il segno. E’ con questa diffidenza, che abbiamo approcciato la degustazione, sapendo di avere a che fare con un marchio giovane (l’etichetta nasce nel 2017) e ancora in fase di evoluzione. Ed è qui che siamo rimasti sorpresi. Perchè direte? Andiamo per gradi.

una passione che diventa mestiere

Sono due amici con la stessa passione, Mimmo e Pawel, la Birra. Come tutti gli amanti dell’Homebrewing, fanno i loro esperimenti privatamente e solo in seguito, dopo aver studiato da Mastri Birrai, decidono di lanciarsi nella produzione artigianale. Nasce cosi Mongibello Birre Artigianali, in pieno centro di Catania, un progetto ambizioso e ben studiato, che nasce come Beer Firm per evolversi in breve, burocrazia permettendo, in birrificio. Intanto le idee sono molto chiare, produrre una linea semplice, alla portata di un consumatore non per forza esperto ma attratto e capace di apprezzare la qualità dell’artigianale, e distribuire il prodotto solo ed esclusivamente in quegli ambienti gastronomici che rispecchiano questo target.

La nostra è una birra semplice, equilibrata, facile da bere, il nostro obiettivo è che se ne possano bere anche due o tre, senza trovarla stucchevole o impegnativa – M. La Gioia


 

Jebel, la birra che non ti aspetti

Jebel è la prima linea nata in casa Mongibello, in due varianti, una Bionda, in stile Belgian Ale, e una Rossa, in stile American Amber Ale. Ci accingiamo ad assaggiarle con l’idea di bere una prodotto senza pretese, “ruffiano” per stessa definizione del produttore, pensato per un pubblico vasto, per abbracciare il neofita piuttosto che per strizzare l’occhio alla nicchia di esperti. Ed è qui che rimaniamo sorpresi. Perchè tutto risponde perfettamente alla presentazione che ci è stata fatta, eppure riusciamo a trovarci qualcosa di più. La Jebel Bionda risulta una bevuta piacevole e sufficientemnte intensa, quel tanto che basta per darle una personalità. Un prodotto che consigliamo vivamente a tavola, dato il suo equilibrio sapiente tra il dolce tipico delle Belgian, le note floreali e i sentori agrumati dati dalla luppolatura Cascade in Dry Hopping. Ma dove davvero la Jebel da il meglio di sè è nella variante Rossa, una birra ricca ed elegante, misurata nei suoi sentori di frutta secca, datteri e miele, piacevolmente corposa, senza mai eccedere. Un piccolo e armonioso microcosmo di sapori. Qui sta la vera sorpresa. Una birra che mette d’accordo il pubblico e l’esperto, di una rotondità e di una misura ammirevoli.


 

un’estate in blanche

Il Birrificio Mongibello, ci sembra di poter dire, è sulla giusta strada. Idee molto chiare su produzione e distribuzione, proposte validissime già all’esordio, un’attenzione particolare all’identità territoriale. Ne sentirete parlare ancora presto. Prestissimo anzi, perchè a parte la realizzazione di un impianto proprio, in progettazione nella loro sede di Catania, per questa estate è prevista l’uscita di una terza birra, in stile Blanche, che francamente non vediamo l’ora di assaggiare.

la nostra opinione

Ci siamo già espressi ampiamente sull’esperienza positiva in fase di degustazione, L’impressione è che la mentalità e la competenza dei due fondatori siano una garanzia per grandi successi futuri. Ma la nota positiva, che ci piace sottolineare ancora una volta, è che questo giovane birrificio siciliano ha già un presente di tutto rispetto, per questo abbiamo scelto di proporlo nel nostro shop.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *